TOUR E ITINERARI TURISTICI
NELLA TUSCIA, PROVINCIA DI VITERBO


CIVITA CASTELLANA, IL SETACCIO DI SIERPINSKI
Arrivando da Viterbo, la bella cittadina di Civita Castellana si mette in mostra con l'imponente mole del Forte Borgiano; opera dapprima, di Antonio da Sangallo il Vecchio e, in seguito, da Antonio da Sangallo il Giovane sotto papa Alessandro VI Borgia prima, e Giulio II poi (con una breve parentesi di Paolo III Farnese). All'interno gli ambienti ospitano il Museo dell'Agro Falisco con i corredi funerari, le terrecotte decorative dei santuari, e alcune rarità preziose come una protesi fissa in oro e un affibiaglio in argento e oro. A pochi passi dalla fortezza ci appare in tutto il suo splendore il Duomo dedicato a Santa Maria Assunta o, meglio conosciuto come il Duomo dei Cosmati... eh sì perché una delle più significative realizzazioni di queste generazioni di marmorari romani si trova proprio nella Tuscia, a Civita Castellana. L'arioso portico antistante la chiesa è dominato da un grandioso arco trionfale, quasi sorprendentemente rinascimentale, dove Cosma e Jacopo firmarono la loro opera più di 800 anni fa (la data, a mosaico ovviamente, è il 1210). I tre portali sono bellissimi e colpiscono sia per la finezza e la minuzia delle tessere di marmi policromi sia per il marmo lunense lavorato come una trina...
Ma entriamo!  Nonostante il tempio sia stato completamente rifatto nella prima metà del XVIII secolo dal vescovo Tenderini, la meraviglia è costituita dal meraviglioso litostrato dai marmi multicolori: rotae, tappeti di preghiera e quinconci si aprono sotto i nostri piedi come un immenso tappeto di pietre multicolori, lo stupore continua nel presbiterio rialzato (sotto è visitabile una bellissima cripta del XII secolo) dove l'opera dei Cosmati è ancora visibile. Osservate anche il bellissimo sarcofago paleocristiano del IV-V secolo riutilizzato come altare principale e poi scendete nell'Oratorio di Santa Maria dove potrete ammirare due parti, sempre a mosaico cosmatesco, appartenute al recinto presbiteriale dell'antica chiesa. Particolare insolito: una figura umana scolpita nel marmo divarica le gambe e ostenta i genitali! Mentre uscite date un'occhiata al bell'organo settecentesco sopra la cantoria, l'11 luglio 1770 un ragazzino di soli 14 anni fu invitato a suonarlo durante la Messa......... si chiamava Wolfgang Amadeus Mozart!! Molte altre sono le attrattive di Civita Castellana ma, a proposito non vi chiedete il perché del titolo? Già il "Setaccio di Sierpinski"! E' un modello matematico basato sulla figura del triangolo che si ripete, in posizioni e dimensioni differenti, in una figura o prospetto...... a metà del pavimento dei Cosmati c'è! Matematica ad alto livello di 800 anni fa!! Perchè non visitate il tutto con una Guida Autorizzata della Provincia di Viterbo?

Le nostre guide turistiche autorizzate effettuano:

visita guidata per gruppi adulti a Civita Castellana
visita guidata per gruppi terza età a Civita Castellana
visita guidata per gruppi scolastici a Civita Castellana
Guided Tours of Civita Castellana
Tourist Guides in Civita Castellana
Guides touristiques à Civita Castellana
Visites guidées à Civita Castellana
Guias de turismo en Civita Castellana
Visitas guiadas en Civita Castellana

per informazioni: 339 88 97 492
e-mail: info@guideturisticheviterbo.it

civitacastellana

Chi volesse aggiungere alla visita guidata di Civita Castellana altre visite guidate nella Tuscia, provincia di Viterbo, può prendere spunto di seguito.
Visita guidata a
Villa Lante, visita guidata a Bolsena, visita guidata a Viterbo, visita guidata al Palazzo Farnese a Caprarola, visita guidata a Civita di Bagnoregio, visita guidata a Tarquinia Necropoli e Museo, visita guidata al Santuario della Madonna della Quercia, visita guidata a Tuscania, visita guidata al Museo Nazionale Etrusco di Viterbo, visita guidata a Montefiascone, visita guidata a Sutri, visita guidata a Vitorchiano, visita guidata a Orvieto, visita guidata a Cerveteri Necropoli, visita guidata al Parco dei Mostri Bomarzo, visita guidata a Soriano nel Cimino.